CARLO PAGLIANI - Partner di Space Holding

Pillola: “Curiosità intellettuale e capacità di innovare sul lavoro. Umiltà e rispetto nella vita”

54 anni

Milano

“Laureato in Bocconi. A 23 sono andato a lavorare a Londra. E ci sono rimasto per otto anni. Ho lavorato per trent'anni in banche internazionali, prima Bnp Paribas e poi Morgan Stanley. Da dove, tre anni fa, sono uscito perché ho ideato, insieme ad altri 4 partner, una nuova struttura, che abbiamo lanciato sul mercato”. La nuova creatura si chiama Space Holding. “Promuove delle iniziative nel settore finanziario, che sono delle Spac (Special purpose acquisition company). È una cosa nuova per il mercato italiano: società che si quotano in borsa e aiutano altre società a quotarsi.

La prima operazione “è stata fatta quotando SpaceHolding con Fila, la società delle matite e i pennarelli. È andata molto bene. Ne abbiamo fatta una seconda. E adesso stiamo cercando la prossima società con cui combinarci. Sono strutture originali ma che funzionano per il mercato italiano”.

Nel lavoro occorre sempre “curiosità intellettuale e capacità di innovare. Bisogna essere pronti a recepire gli stimoli. E avere sempre il coraggio di innovare, perché se si rimane fermi al passato non si va da nessuna parte. Nel mio piccolo sono riuscito a farlo perché abbiamo creato una cosa nuova che sta avendo un certo successo in Italia”.

“Per i miei figli ci sono due concetti che mi stanno molto a cuore. Il primo è umiltà. È un concetto che i giovani stanno un po’ perdendo ma rimane fondamentale. Il secondo è il rispetto degli altri, delle altre persone, dell’ambiente e di tutto quello che li circonda”.